Loretta Peschi
 
 » Uno sguardo all'ONU
 » Siamo in Europa!
 » Chi combatte le malattie della povertà
 » Il sito delle crisi umanitarie
 » Cooperazione Italiana allo Sviluppo
 » Dizionario multilingue in linea e gratis
Proverbio africano di riferimento:
Se vuoi arrivare primo, corri veloce. Se vuoi arrivare lontano, cammina con gli altri.

Loretta Peschi è un'operatrice di cooperazione internazionale allo sviluppo e di interventi umanitari.
E' stata scout con responsabilità regionali e nazionali; ha contribuito alla creazione del Movimento del Volontariato Italiano.
In vari contesti istituzionali e non-profit coopera nella formulazione, gestione, monitoraggio e valutazione di programmi e progetti in favore di persone e comunità colpite da calamità naturali o provocate dalle volontà umana, e da condizioni di povertà, specialmente nel Sud del mondo e nell'Est europeo.
In questo quadro ha collaborato e collabora con il Ministero degli Esteri - Cooperazione allo Sviluppo - la Commissione europea, diverse altre istituzioni internazionali e Organizzazioni Non Governative.
Insegna le tematiche della cooperazione e della progettazione a livello post-universitario.
Scrive saggi e articoli su tematiche relative alle donne, i migranti, le strategie di partnership tra ONU e ONG.
E' cofondatrice e già presidente dell'Osservatorio Italiano per l'Azione Globale contro l'AIDS, ed è stata membro del Technical Evaluation Reference Group del Fondo Globale per la Lotta contro AIDS, TBC e Malaria.
E' cofodnatrice e già tesoriera dell'associazione "Emily in Italia", volta a favorire la presenza delle donne nelle istituzioni.
Oltre all'italiano, parla correntemente francese, inglese, spagnolo - meno bene il portoghese; conosce elementi del tedesco e delle lingue balcaniche.
Ama gli animali, la storia, la musica classica ed etnica, e il congiuntivo.
 
Il curriculum vitae dettagliato
Attività professionali

1. Valutazioni, studi, formulazioni


Ottobre - Novembre 2015: Globale - Ricerca sullo stato del Fondo Globale per la Lotta contro l'AIDS, la TBC e la Malaria, e contestuale ruolo dell'Italia. Committente: Action Aid Italia, su mandato della Bill and Melinda Gates Foundation.

Ottobre 2014 - Aprile 2015: Honduras, Guatemala, Nicaragua, El Salvador - Studio sul ruolo della società civile nella prevenzione e riduzione dei rischi da disastri naturali. Committente: Disaster Resilience Group, USA su mandato della Bill & Melinda Gates Foundation.

12 Marzo 2 Aprile 2014: Filippine - Valutazione in tempo reale (Real Time Evaluation) degli interventi di emergenza umanitaria susseguenti il tifone "Yolanda". Committente: CARE INTERNATIONAL e CARE USA.

12 novembre 2013 - 15 dicembre 2014: Marocco, Tunisia, Egitto - valutazione in itinere di un programma denominato SALEMM per la prevenzione delle migrazioni irregolari dei minori non accompagnati.Committente: Fondo Provinciale Milanese per la Cooperazione Internazionale.

22 settembre - 25 ottobre 2013: Egitto - assistenza tecnica al National Council for Childhood and Mohterhood per la formulazione del piano operativo del programma di prevenzione della violazione dei diritti dei minori, specialmente riguardo ai matrimoni precoci, abbandono scolastico, lavoro minorile. Committente: Ministero Affari Esteri / DGCS.

20 marzo - 30 agosto 2013: Libano - valutazione ex post di tre progetti per il rilancio delle attività ittiche e agricole svolti da tre ONG e tre diverse aree del Paese (Batroun, Valle della Bekaa, Marjeyoun). Committente: Università La Sapienza di Roma, Dipartimento Comunicazione e Ricerca Sociale.

20 novembre - 5 dicembre 2012: Burundi - valutazione finale di un programma triennale volto ad affermare il diritto delle donne alla proprietà, specialmente la proprietà della terra.Committente: CARE International.

7 gennaio - 7 marzo 2012: Egitto - formulazione, con metodo partecipativo, di un programma triennale volto a migliorare la condizione sociale ed economica delle donne nelle aree rurali dell'Alto Egitto. Committente: Italian-Egyptian Debt Swap Technical Support Unit.

Ottobre - Novembre 2011: Globale - assessment dei rapporti finali di 12 interventi urgenti volti a ridurre l'impatto, sulle famiglie contadine, dell'aumento dei prezzi alimentari in Paesi africani, asiatici e latinoamericani, attraverso il miglioramento quali-quantitativo della produzione agricola; redazione di altrettante schede riassuntive dei medesimi interventi. Committente: Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura - FAO.

21 giugno - 13 luglio 2011: Europa - valutazione di un programma triennale volto alla prevenzione dell'HIV/AIDS tra le popolazioni migranti e mobili in 7 Paesi europei, realizzato con il coinvolgimento diretto di giovani migranti di prima e seconda generazione e di 7 organizzazioni e istituzioni specializzate dei settori della salute e delle migrazioni. Committente: Consorzio degli enti esecutori su mandato della EAHC dell'Unione Europea.

25 settembre - 20 ottobre 2010: Egitto - definizione di un Programma biennale per la protezione dei bambini e delle bambine contro i fenomeni e le pratiche di: malnutrizione, mutilazioni genitali femminili, matrimoni precoci, abbandono scolastico, lavoro minorile. Committente: Ministero Affari Esteri, Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo (DGCS).

12 luglio - 20 settembre 2010: Africa globale: valutazione delle strategie di sicurezza alimentare specie riguardo al benessere dei bambini, alla luce dei quattro pilastri della sicurezza alimentare: disponibiità, accessibilità, utilizzo e stabilità. Committente: World Vision International.

28 febbraio - 7 aprile 2010: Haiti - rilevamento delle conseguenze del terremoto del gennaio 2010 sui mezzi di sussistenza delle famiglie in ambito rurale e periurbano, e corrispondente programmazione per il loro rilancio immediato. Una particolare attenzione è stata rivolta alle famiglie sfollate a guida femminile e ai bambini in età scolare. Committente: Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Alimentazione e l'Agricoltura - FAO.

22 settembre - 9 ottobre 2009: Albania - valutazione in itinere del Programma Triennale di cooperazione decentrata (MAE/Regione Emilia Romagna, Regione Marche, Regione Puglia e Comune di Forlì) denominato “Supporto in favore delle politiche minorili in Albania - Rafforzamento istituzionale per il decentramento dei servizi sociali e del servizio nazionale per le adozioni e la protezione dei diritti dell'infanzia e armonizzazione della legislazione con la normativa U.E.”. Committente: Ministero Affari Esteri/DGCS.

07 - 25 Giugno 2009: Bosnia Erzegovina - valutazione finale del Programma Quadriennale di cooperazione decentrata (MAE/Regione Emilia Romagna e Regione Marche) “Tutela e reinserimento dei minori con disabilità fisica e psichica e promozione di imprenditorialità sociale nella Bosnia Erzegovina”. Committente: Ministero Affari Esteri/DGCS.

15 - 30 Novembre 2008: Nicaragua ed El Salvador - valutazione del Programma triennale “Inclusione sociale dei gruppi marginali in Centro America” particolarmente rivolte ai bambini e alle bambine di strada, eseguito dalla Federazione Italiana delle Comunità Terapeutiche. Committente: Ministero Affari Esteri, DGCS.

21 Luglio - 30 Settembre 2008: Livello globale - valutazione del sistema di monitoraggio della qualità della vita dei minori, delle loro famiglie e delle loro comunità nei PVS. Committente: Agenzia statunitense World Vision International.

23 Giugno - 20 Luglio 2008: Bosnia Erzegovina - monitoraggio del Programma Triennale di cooperazione decentrata (MAE/Regione Emilia Romagna e Regione Marche) “Tutela e reinserimento dei minori con disabilità fisica e psichica e promozione di imprenditorialità sociale nella Bosnia Erzegovina”. Committente: Ministero Affari Esteri/DGCS.

6 - 24 Novembre 2007: Bosnia Erzegovina - valutazione del Programma Triennale “Sviluppo della condizione dei minori, degli adolescenti e dei giovani in Bosnia Erzegovina”. Committente: Ministero Affari Esteri/DGCS.

27 Maggio 16 Giugno 2007: Kenya/Somalia - assistenza tecnica all’UTL per la definizione del Piano Paese triennale per la Somalia. Committente: Ministero Affari Esteri /DGCS.

28 gennaio – 12 marzo 2007: Kenya/Somalia – assistenza tecnica all’UTL per gli interventi di emergenza umanitaria in Somalia. Committente: Ministero Affari Esteri / DGCS.

2 - 21 Dicembre 2006: Kenya/Somalia - definizione del Piano Operativo Generale relativo ai fondi in loco della Cooperazione Italiana per l’emergenza umanitaria sanitaria in Somalia. Committente: Ministero Affari Esteri / DGCS.

18 - 27 Novembre 2006: Libano - assessment sulle necessità di donne e giovani disoccupati che avevano perso il lavoro a seguito della guerra del 2006. Committenti: ARCS e Progetto Sviluppo.

27 Luglio - 13 Agosto 2006: Tailandia - valutazione del progetto di ricostruzione post-Tsunami in Tailandia finanziato dalla Cooperazione italiana. Committente: Ministero Affari Esteri / DGCS.

13 - 25 Maggio 2006: Somalia - valutazione del progetto finanziato dall’Unione Europea / EDF di miglioramento della gestione ospedaliera e ambulatoriale dell’Ospedale regionale del Medio Shebeli a Jowhar. Committente: Intersos su mandato della Commissione Europea.

2 Dicembre 2005 - 2 Febbraio 2006: Kosovo - valutazione della possibilità di rientro in Kosovo delle minoranze etniche espulse nel periodo 1999 - 2003. Committente: Commissione Europea/EAR.

14 - 25 Gennaio 2004: Burkina Faso - valutazione dei Programmi Nazionali di lotta all’AIDS e alla Malaria finanziati dal GFATM - Fondo Globale per la lotta contro l’AIDS, la TBC e la Malaria. Committente: Ministero degli Affari Esteri / DGCS su mandato del GFATM.

Febbraio 2003 - Ottobre 2003: Nigeria - valutazione in itinere, con tre distinte missioni, del programma “Lotta alla tratta di bambine e giovani donne dalla Nigeria all’Italia a fini di sfruttamento sessuale”, eseguito dall’UNICRI. Committente: Ministero degli Affari Esteri / DGCS.


2. Gestione e monitoraggio di programmi e progetti

Febbraio 1994 - Settembre 2005: Intersos organizzazione non governativa umanitaria: consulente senior per programmazione, gestione, monitoraggio e valutazione di numerosi progetti di emergenza e ricostruzione, prevalentemente in Africa (Angola, Burundi, Eritrea, Etiopia, Liberia, Mozambico, Rwanda, RD Congo, Somalia), America Centrale (Honduras, Guatemala, Nicaragua), Balcani (Albania, Bosnia Erzegovina, Kosovo, Macedonia, Montenegro, Serbia) e Asia (India, Pakistan, Afghanistan), Medio Oriente (Iraq), nei seguenti settori: accoglienza rifugiati e sfollati nei campi profughi e loro reinsediamento, riunificazione familiare, riabilitazione strutturale e funzionale di strutture sociali, sanitarie, educative, idriche, formazione e riqualificazione del personale addetto alle citate strutture, tutela dei gruppi più vulnerabili (specialmente anziani, donne capo famiglia, bambini e bambine), responsabilizzazione e capacity building dell’associazionismo e delle istituzioni locali. Tra le varie operazioni condotte, si segnalano le seguenti.
    1994 Uganda - definizione di un progetto di riabilitazione delle minoranze culturali sudanesi situate nei campi di rifugiati del Nord Uganda.
    1994 Bosnia Herzegovina - supervisione di una operazione di distribuzione di alimenti e medicinali alle popolazioni della Bosnia centrale, in collaborazione con la ONG francese ACF; vari programmi di ritorni delle minoranze (cross-entity return) finanziati dalla Commissione Europea.
    1994 - 1996 Rwanda - Individuazione , definizione e monitoraggio id progetti consistenti in: riabilitazione strutturale e funzionale di Centri di Salute a Muhura e Gitarama, dei dipartimenti di chirurgia d’urgenza e di ginecologia dell’ospedale universitario di Butare e del CUSP (Centre Universitaire de Santé Publique) del medesimo ospedale di Butare; corsi di riqualificazione e per infermieri professionali prersso l’Istituto Superiore per Infermieri dell’Università Nazionale del Rwanda (operazioni finanziate dalla Commissione Europea - ECHO).
    1994 Rwanda - monitoraggio della assistenza logistica all’operazione - condotta dall’UNHCR - di re insediamento, a Giseny, dei vecchi rifugiati provenienti dallo Zaire (oggi RDC) (operazione finanziata dall’UNHCR).
    1994 - 1996 Burundi - a Ntamba e Mugano (provincia di Muyinga) : monitoraggio della gestione dei servizi sociali e sanitari nei campi per rifugiati dal Rwanda e di sfollati interni, oltre che di un vasto programma di “active tracing” per la riunificazione familiare dei bambini fuggiti da soli durante i ben noti eventi della primavera del 1994 (operazione finanziata dall’UNHCR).
    1994 - 1995 Somalia - supervisione della gestione dell’ospedale regionale di Jowhar, gradualmente affidato alla responsabilità del personale somalo (operazioni finanziate dalla Commissione Europea - ECHO e DG DEV -, da donatori privati e dall’UNICEF). Nello stesso luogo, supervisione del riavvio delle attività scolastiche primarie.
    1995 Somalia - definizione di un complesso programma di reinsediamento di sfollati (3000 famiglie) nel distretto di Bardera (regione del Gedo) consistente in: assegnazione delle terre alle famiglie, creazione di sistemi idrici e igienici , avvio delle attività produttive agricole e rispettivi sistemi di micro credito e fondi rotativi; una particolare enfasi era data al ruolo delle donne (operazione finanziata dalla Commissione Europea - DG DEV).
    1996 Mozambico - definizione e monitoraggio di un progetto per la formazione, qualificazione professionale, e avvio delle rispettive attività produttive di 120 “demobilizados” nel Distretto di Morrumbala, provincia dello Zambezia (operazione finanziata dalla Commissione Europea - DG DEV).
    1996 Mozambico - definizione e monitoraggio di un progetto di riabilitazione del sistema di approvvigionamento idrico in area rurale: formazione e equipaggiamento di 6 squadre per la foratura e la manutenzione dei pozzi e creazione immediata di 50 pozzi rurali nello Zambezia (operazione finanziata dalla Commissione Europea - DG DEV).
    1996 Somalia - predisposizione di un programma per la riabilitazione strutturale e funzionale di 4 scuole primarie nella regione del Medio Scebeli (operazione finanziata dalla Commissione Europea - DG DEV in collaborazione con l’UNESCO).
    1999 - 2001 Bosnia Erzegovina - monitoraggio di un programma per i “cross minority returns” nella Federazione e nella Republika Serpska (operazione finanziata dalla Commissione Europea - DG DEV).
    1999 - 2002 Fyrom Macedonia - monitoraggio di un programma di fornitura di alimenti e altri generi di prima necessità alle fasce vulnerabili della popolazione macedone. (operazione finanziata dalla Commissione Europea - ECHO).
    1999 - 2002 Montenegro - definizione e monitoraggio della creazione e della gestione di un campo semi permanente (pre fabbricati) per 2500 cittadini Rom provenienti dal Kosovo; la gestione comprendeva, tra le alter cose, la responsabilizzazione delle donne, la formazione professionale dei giovani, l’educazione formale e informale dei bambini, la salute, la prevenzione dell’HIV/AIDS (operazione finanziata dal Governo italiano, dall’UNHCR e dall’UNICEF).
    1999 - 2000 Nicaragua - monitoraggio di una operazione di emergenza a favore delle vittime dell’uragano Mitch (operazione finanziata dalla Commissione Europea - ECHO).
    2000 - Nicaragua - rilevamento dei bisogni e definizione di un progetto volto al rilancio della vita sociale ed economica delle popolazioni colpite dall’uragano Mitch (operazione finanziata dalla Commissione Europea - DG RE).
    2001 - Fyrom Macedonia - definizione di un programma per l’inclusione sociale e cultural dei cittadini Rom residenti nel Paese (operazione finanziata dalla Cooperazione Italiana).
    2003 Kenya - Definizione partecipata - e relative negoziati con l’ente finanziatore - di un progetto per la prevenzione dell’HIV/AIDS e cura dei malati in due aree sub-urbane di Nairobi (operazione finanziata dalla Cooperazione Italiana).
    2000 Sudan - Missione per il rilevamento dei bisogni umanitari nelle montagne Nuba (operazione finanziata dalla Cooperazione Italiana e varie agenzie ONU).
    2002 Afghanistan and Pakistan - Definizione e supervision di un intervento in favore delle donne afghane residenti nei campi profughi in Pakistan: educazione, formazione sulla salute riproduttiva, attività generatrici di reddito, miglioramento delle capacità gestionali della locale ONG partner.


Settembre 1996 - marzo 1999: Gruppo CERFE (ricerca sociale e formazione): direttore del settore delle politiche culturali e della scienza, articolato in dipartimenti: capacity building per enti eroganti servizi sociali e sanitari, specialmente in Africa e in America Latina; relazioni istituzionali con realtà nazionali e internazionali; stampa e relazioni con i media; pubblicazioni di riviste e notiziari; co-direzione del mensile “Omega”; programmazione e progettazione delle attività di ricerca, formazione e valutazione di programmi di sviluppo svolti da grandi istituzioni quali l’Unione Europea e la Banca Mondiale nelle aree del Sud del mondo. Tra le varie iniziative condotte, si segnalano le seguenti.
    1996 - Europa - valutazione di un programma per la divulgazione della Carta di Roma (finanziato dalla Commissione Europea).
    1997 - Angola - definizione di una attività di formazione per il coinvolgimento attivo delle donne nel processo di “conflict resolution” nella provincial di Benguela (operazione finanziata dall’UNOPS).
    1997 - Angola - definizione di una “dynamic information bank” relative alle varie iniziative di riabilitazione e sviluppo umano condotte dai vari soggetti attivi nella ricostruzione del Paese.
    1997 - Area CILSS (Comité Permanent Inter-états de Lutte contre la Sécheresse dans le Sahel) - conduzione delle azioni di avvio di studi regionali su “some alternatives to the bank systems in the rural credit” e “women and management of the natural resources”, con la partecipazione degli esponenti delle amministrazioni pubbliche di: Burkina Faso, Mali (la sessione si è svolta a Bamako), Mauritania, Niger, Tchad (operazione finanziata dalla Cooperazione Italiana e l’IIAO).
    1997 - America Centrale - definizione e ricerca-azione mirante alla individuazione delle componenti della cittadinanza attiva in Guatemala, El Salvador, Nicaragua e rafforzamento della loro autonomia finanziaria e gestionale attraverso un corso specifico di “fund raising” (operazione finanziata dal BID).
    1998 - Mozambico - definizione di una azione volta a individuare i laureati mozambicani residenti all’estero per favorirne il loro rientro e il loro reinserimento nella vita economica locale (operazione finanziata dalla Commissione Europea - DG DEV).
    1998 - Somalia - definizione di un progetto volto al recupero dei professionisti somali attraverso la loro riqualificazione professionale e la fornitura di mezzi tecnici e finanziari per il rilancio delle loro attività generatrici di reddito nel settore rurale (operazione finanziata dalla Commissione Europea - DG DEV).
    1998 - Somalia - progettazione di un programma di “institutional building” da realizzarsi ai livelli distrettuale e regionale.
    1998 - Europa - progettazione per la produzione di linee guida per il miglioramento delle capacità di raccolta fondi delle ONG europee (operazione finanziata dalla Commissione Europea - ECHO).
    1996 - 1998 - Conferenze e seminari - organizzazione e conduzione di alcune conferenze internazionali sui temi delle migrazioni, del welfare state, dello sviluppo in Africa.


Secondo semestre del 1993: Ministero degli Affari Esteri / DGCS: in Somalia, coordinamento dei progetti finanziati dalla Cooperazione italiana, e persona incaricata delle relazioni con le agenzie umanitarie internazionali operanti in Somalia.

Gennaio 1987 - Febbraio 1992: Gruppo Montedison Ferruzzi: incaricata delle Relazioni con le Istituzioni nazionali e internazionali (ONU e UE) attinenti ai Paesi in via di Sviluppo Supervisione di alcune importanti operazioni di fornitura di materiali agricoli e rispettiva assistenza tecnica, come pure di aiuto alimentare, a:

    1987 Guatemala (prodotti per l’agricoltura)
    1987 Kenya (prodotti per l’agricoltura)
    1987 Senegal (prodotti per l’agricoltura)
    1987 Sudan (prodotti per l’agricoltura e assistenza tecnica)
    1987 Tanzania (fornitura di medicinali)
    1988 Dominican Republic (prodotti per l’agricoltura)
    1988 Ethiopia (prodotti per l’agricoltura e assistenza tecnica)
    1988 ex Zaire (studio di fattibilità per una fattoria lattiera)
    1988 Nicaragua (prodotti per l’agricoltura)
    1988 Rwanda (studio di fattibilità per una fattoria lattiera)
    1988 Sudan (lotta contro le locuste)
    1988 Zambia (prodotti per l’agricoltura)
    1989 Colombia (studio di fattibilità)
    1989 Ecuador (aiuti alimentari)
    1989 Guatemala (prodotti per l’agricoltura)
    1990 former Yugoslavia (studio di fattibilità per la gestione dei rifiuti industriali)
    1990 Mozambique (aiuti alimentari)
    1990 South African Republic (aiuti alimentary e farmaceutici in favore del Mozambico)
    1990 Zimbabwe (aiuti alimentari)
    1991 Albania (aiuti alimentari)
    1992 Honduras (studio di fattibilità per lo sviluppo agricolo)
    1993 Bosnia Herzegovina (aiuti alimentari)


Agosto 1985 - novembre 1986: Ministero degli Affari Esteri, Servizio Speciale per gli Interventi Straordinari nei Paesi in via di sviluppo, (Servizio istituito ai sensi della Legge n. 73/85): gestione tecnica degli interventi di emergenza, monitoraggio delle consegne e delle distribuzioni degli aiuti (specialmente di tipo agro-alimentare e sanitario), nonché dell’utilizzo dei mezzi logistici, nei Paesi dell’Africa sub-sahariana, specialmente in Camerun, Etiopia, Mali, Mozambico, Senegal, Somalia, Sudan, Tchad.

Settembre 1968 - Giugno 1985: Caritas Internationalis, Dirigente del Segretariato Generale in qualità di (nell’ordine temporale):
    Assistente del Servizio Emergenze;
    responsabile del Servizio “giovani” ed emarginazioni sociali;
    Capo Ufficio della regione Europa e Nord-America;
    Capo Ufficio Stampa;
    Capo Ufficio Relazioni Internazionali (Consiglio d’Europa, Unione Europea e sistema delle Nazioni Unite, presso cui l’Organizzazione gode dello Statuto Consultativo).
    [


3. Incarichi speciali

Maggio 2009 - in essere: Membro del Nucleo di Redazione del Gruppo di Lavoro per l’Aggiornamento delle “Linee Guida sulla Tematica Minorile della Cooperazione Italiana” del Ministero Affari Esteri, Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo.

Giugno 2008 - maggio 2009: Membro del Comitato Scientifico per l’elaborazione dei “Principi Guida per la Cooperazione italiana con i Paesi in via di sviluppo nel settore sanitario”. La pubblicazione è sostenuta dal MAE/DGCS e da alcune ONG italiane e internazionali.

Marzo 2004 - dicembre 2009: Membro del Gruppo di Valutazione Tecnica del GFATM - Fondo Globale per la Lotta contro l’Aids, la TBC e la Malaria, con sede in Ginevra.

Ottobre 2002 - Ottobre 2006: Co-fondatrice e presidente dell’Osservatorio Italiano sull’Azione Globale contro l’AIDS.

2004 - 2005: Coordinatrice della Task Force per l’avvio delle relazioni tra l’Associazione delle ONG Italiane e la Banca Mondiale.

2003: Membro del Comitato Scientifico dell’Institut Bioforce Développement, per lo studio e la relativa pubblicazione sul tema “La gouvernance des organisations européennes de solidarité internationale”

2003: Supervisione e validazione del Manuale su Monitoraggio e Valutazione prodotto dalla DRN per conto di Forum Solint.

2000 - 2005: Membro del Gruppo FORUM SOLINT composto dalle sei maggiori ONG italiane, per l’approfondimento di specifiche tematiche e sfide alla cooperazione allo sviluppo; in tale veste la scrivente:
    ha curato la validazione del Manuale di Monitoraggio e Valutazione dei progetti di sviluppo e umanitari predisposto da RDN, Bruxelles 2003;
    è stata autrice del Policy Paper “La partnership negli interventi umanitari” che ha presentato al congresso internazionale sul medesimo tema svoltosi a Roma nel gennaio 2004;
    è stata co-autrice e coordinatrice del Policy Paper su “AIDS - una sfida allo sviluppo dei popoli” presentato al congresso internazionale sullo stesso tema svoltosi a Milano, novembre 2001;
    è stata autrice del Policy Paper su “Angola: cooperare in tempo di guerra perseguendo la pace”, presentato al congresso internazionale sulle grandi crisi internazionali svoltosi a Roma, maggio 2000.


Dicembre 2002: Membro della Missione di Pace in Iraq; la missione era composta da membri del Parlamento Italiano, di ONG e di Movimenti per la Pace.


4. Attività accademiche

8 Aprile 2009: Lezione in videoconferenza su “Le emergenze complesse e le lezioni apprese” alla Tulan University di New Orleans (USA), nel quadro del Master sulle emergenze umanitarie.

Aprile 2009 e maggio 2007: Lezione sui nuovi strumenti di finanziamento della sanità nei PVS nel quadro del seminario sull’accesso ai Farmaci organizzato dalla Facoltà di Farmacia del’Università La Sapienza di Roma in collaborazione con Medici Senza Frontiere.

Ottobre 2008: Lezione sui nuovi sistemi di finanziamento della lotta contro le malattie della povertà nei PVS nel quadro del Corso Interdisciplinare sugli Obiettivi del Millennio organizzato dall’Università La Sapienza di Roma.

2009, 2008, 2007, 2006, 2005, 2004, 2003, 2002: Organizzazione e direzione del corso di formazione su cooperazione internazionale allo sviluppo, progettazione, monitoraggio e valutazione nel quadro del Master post universitario per operatori internazionali della SIOI.

2009, 2008, 2007, 2006, 2005, 2004, 2003 e 2002: Docente alla Terza Università di Roma con lezioni su progettazione e ciclo di progetto al Master “Politiche dell’Incontro e della Mediazione Culturale”.

2007: Conduzione di un laboratorio di 12 ore su “I diritti umani nei contesti umanitari” svolto nel quadro del Master sui Diritti Umani della facoltà di Comunicazione dell’Università di Siena.

2006: Lezioni sul tema “I nuovi strumenti della cooperazione internazionale: il caso del Fondo Globale per la Lotta contro l’AIDS, la TBC e la Malaria”, e sul tema della cooperazione internazionale allo sviluppo nel quadro del quarto ciclo del Master post universitario “Politiche dell’incontro e della Mediazione Culturale” dell’Università di Roma Tre.

2005: Svolgimento di 5 ore di lezione al Corso di Specializzazione sull’HIV/AIDS organizzato dalla Facoltà di Medicina dell’Università di Brescia.

2005: Organizzazione e gestione del corso di 30 ore sul tema della “Cooperazione Internazionale con i Paesi in via di Sviluppo” programmato nel quadro del terzo ciclo del Master post universitario “Politiche dell’Incontro e della Mediazione Culturale” e del Master “Food Security and Human Development” del Dipartimento Economia presso l’Università di Roma Tre.

2004: Organizzazione e gestione del Laboratorio di 78 ore sul tema della “Cooperazione Internazionale con i Paesi in via di Sviluppo” programmato nel quadro del terzo ciclo del Master post universitario “Politiche dell’Incontro e della Mediazione Culturale” presso l’Università di Roma Tre.

2004: Docente ospite per una lezione sul senso e le prospettive della cooperazione internazionale allo sviluppo presso il Dipartimento di Antropologia dell’Università di Urbino.

2003: Docente ospite all’Università di Parma, corso di Economia, per uno studio di caso del rilancio del processo di cooperazione dopo la calamità dell’uragano Mitch.

2003: Docente alla Scuola di Politica Internazionale Cooperazione e Sviluppo (SPICeS) della FOCSIV, sul tema degli interventi umanitari di emergenza.

2003: Docente ospite all’Università Statale di Milano con una lezione su diritti umani e processi di sviluppo nel quadro di un corso di specializzazione organizzato dall’Unicef Italia.

2000: Docente ospite al Master NOHA dell’Università “La Sapienza” di Roma con una lezione sulla fattibilità degli interventi umanitari.

1999: Docente al corso su “Problematiche comunitarie” organizzato dall’ICIP di Ascoli Piceno (nel quadro di un programma FSE) con 16 ore di lezione sui bandi di progetto della Commissione Europea.

1998: Docente ospite alla LUISS di Roma con lezioni sulle relazioni istituzionali al corso di giornalismo.

1996 - 2002: docente in numerose lezioni organizzate da varie ONG italiane sul ciclo di progetto e sulla progettazione.


5. Organizzazione e partecipazione nelle attività di convegnistica

Principali convegni organizzati o partecipati (oltre quelli già citati in cui sono stati presentati dei “policy paper”):
    Presentazione dell’approfondimento sull’art. 11 della Costituzione Italiana “L’Italia ripudia la guerra (…)” al Convegno Nazionale sui valori irrinunciabili della Costituzione italiana organizzato dalla Vice Presidenza della Camera dei Deputati (aprile 2008).
    Partecipazione all’organizzazione e allo svolgimento della Giornata delle Nazioni Unite contro l’AIDS, svoltasi a Roma il 1 dicembre 2005.
    Organizzazione e conduzione di due seminari a “numerus clausus” (30 esperti e testimoni da tutto il mondo) sul tema della protezione delle minoranze nelle situazioni di conflitto armato, Roma maggio 2003 e ottobre 2004, in partnership con il Minority Rights Group International di Londra
    Partecipazione alla Tavola Rotonda su diritti umani e emergenza umanitaria svoltasi a Mantova, Palazzo Te, nel maggio 2004 nell’ambito delle Giornate dei Diritti Umani.
    Relazione con dibattito “Dentro le emergenze, le esperienze”, nel quadro delle Giornate di studio del Movimento Europeo degli Intellettuali Cattolici (MEIC), Vercelli, 24 marzo 2003.
    Prolusione al Congresso annuale dell’Associazione delle Donne Medico dell’Abruzzo, sul tema del ruolo del personale medico nella cooperazione con i Paesi in via di sviluppo, con particolare riguardo alla lotta all’Aids, Pescara, ottobre 2003.
    Organizzazione, per conto del Gruppo CERFE, e conduzione del convegno internazionale sul “Contributo europeo all’Africa del futuro” svoltosi a Roma nell’ottobre 1998.


6. Pubblicazioni recenti e attività editoriali

Vari articoli sul rapporto tra migrazioni e processi di sviluppo pubblicati dal periodico “Il Nuovo” (2004 a oggi).
Saggio breve su “Le donne migranti colte” per la citata rivista “Omega” (Roma, 1999).
Membro del Comitato di Redazione e coordinatrice redazionale della rivista bimestrale “Intersos Notizie” (1994 - 2003).
Co-direttore della rivista mensile “Omega” dedicata al tema dell’immigrazione (1998-1999).
Capo redattore del Notiziario bimestrale “Intercaritas” pubblicato in 3 lingue (1975-1985).
Membro del Comitato di Redazione della rivista bimestrale “Donna e Società” (1977-1987).
Capo redattore della rivista mensile “La Guida” dell’Associazione Femminile Scout AGI (1968-1977).
A partire dal 1965: elaborazione di numerosi articoli e saggi su tematiche internazionali, sul “welfare state”, sui processi di sviluppo, sulla condizione della donna, pubblicati da vari quotidiani e riviste specializzate.


Impegno civile volontario

Dal 1998 - in corso: Membro co-fondatore e Tesoriere di “Emily in Italia”, associazione non profit per la facilitazione dell’accesso delle donne nelle istituzioni locali e nazionali.
Negli anni 70-90:
Responsabile nazionale della Branca Adolescenti dell’Associazione Femminile Scout AGI (oggi confluita nella AGESCI).
Membro del Direttivo del Movimento del Volontariato Italiano.
Membro del Consiglio di Amministrazione dell’Ufficio Centrale Studenti Esteri in Italia.
Membro della Commissione “Donne” del Movimento Europeo e co-autrice del Manifesto “Le Donne per l’Europa”.
Membro della Consulta Regionale Femminile del Lazio.
Membro del Consiglio Direttivo della Caritas Romana.
Membro della Delegazione del Governo Italiano alla Conferenza delle Nazioni Unite sulla Donna - Nairobi, 1985.
 

Sito Online di Euweb